curvo

Descrizione tecnica linea

Si realizzano incollando due lastre da 6 mm, che vengono poi pressate in forme riscaldate subendo un procedimento di cottura.
Per garantire la stabilità dimensionale si procede al raffreddamento in appositi stampi.
Si rettifica passando gli elementi attraverso una squadratrice.
I pezzi cosi realizzati vengono imballati posizionandoli su forme in polistirolo espanso scavate con la forma dei pezzi curvi, sia sotto che sopra, in maniera tale da preservarli nelle fasi di stoccaggio e trasporto.

Si producono anche pezzi "quarto di cerchio" provvedendo a tagliare in due una semicirconferenza. Inoltre si realizzano pezzi speciali con una parte curva e una parte piegata o retta per collegarsi alle altre strutture.

Tutti i pezzi sono lunghi 1500 mm. I pezzi di dimensioni superiori a diametro 600 mm sono di lunghezza 1000 mm.


Inizio Pagina

Modalità d’uso e applicazioni

Per il montaggio di colonne rotonde, viene fornita una dima T-GIDSA che serve a tracciare la linea esterna della guida flessibile T-GIDGF prima in terra e poi con un filo a piombo o con una livella laser a soffitto.

Posizionate le guide a soffitto e pavimento. In considerazione del diametro da realizzare si mettono i montanti T-GIDP. Fino a diametro 600 mm si posizionano 2 montanti in corrispondenza dei giunti.

Per diametri maggiori o se necessita una resistenza maggiore si possono mettere 4 o più montanti ripartiti uniformemente.

I montanti vengono collegati tra loro con distanziatori T-GIDBA fissati su supporti T-GIDCAV per garantire la distanza e permettere un montaggio perfetto.

Nel caso che gli elementi curvi servano a rivestire un tubo o una qualche struttura è sufficiente staffare i montanti alla struttura stessa.

Finito il montaggio della struttura si procede col preparare i pezzi curvi. Infatti è opportuno, prima di fissare gli elementi, smussare i bordi così da agevolare la successiva stuccatura.

Montare i pezzi partendo con un pezzo intero e sul lato opposto con mezzo così da sfalsare la giunzione orizzontale.

Finito il montaggio si passa alla stuccatura con 2 mani di stucco a coprire il nastro per giunti.

Se necessario passare un po’ di carta-vetro e una terza mano di stucco.

Per i pezzi T-GIR cioè "quarto di cerchio", si fissa a seconda dell’impiego alle strutture sia verticali che orizzontali.

Mettendo insieme 4 raggi (2 con raggio doppio degli altri) si realizza una colonna ellittica; per la struttura si utilizza lo stesso sistema per le colonne tonde.

Con i pezzi GIR15+14 si realizzano cornici porta neon per creare l’effetto di luce diffusa.

Uno degli ultimi prodotti della gamma curvi il T-GIWAVE permette di realizzare sia controsoffitti che contro-pareti con l’effetto ondulato e su richiesta si può fornire anche con un lato rifinito con bordo rigirato per creare delle gole illuminanti.


Inizio Pagina

Valori e pregi linea

Con gli elementi Curvi anche un operatore non esperto riesce a realizzare elementi perfetti sia a livello dimensionale che di finitura.
Rapidità di realizzazione, versatilità: con i raggi si possono, mettendo insieme più elementi di vari raggi, realizzare figure particolari.
Gli elementi sono tutti bi-facciali, e quindi si possono impiegare sia con un lato buono o con il lato opposto.
Trasportabilità: le dimensioni e l’imballo studiato permettono una logistica ottimale.

Inizio Pagina

Imballi

I T-GID diametri o semicolonne si posizionano in verticale su pallet in legno con delle controforme in polistirolo espanso alla base e in alto, tali da contenere il pezzo.
Il pallet è coperto con cappuccio e fasciato con film estensibile.

I T-GIR raggi o quarti di cerchio vengono posizionati in orizzontale su pallet in legno con una forma in polistirolo per garantire la dimensione dell’elemento. Il pallet è coperto con cappuccio e fasciato con film estensibile.

1 2 3
Inizio Pagina